La pasta fresca.

La pasta fresca.
Spread the love

Quando impasto , ritorno sempre un po’ bambina e rivedo nonna che ogni domenica prepara tagliatelle fresche per il pranzo. Con gesti sicuri e precisi, e munita di coltello , tagliava canestrelli di tagliatelle e fettuccine. Io ero incantata a guardare con che grazia impastava.

L’amore e il piacere della vita caratterizzano la nostra cucina , dove le gioie e il convivio sono una componente fondamentale. Ecco quindi una cucina piena di odori e sapori forti , decisi che si amalgamano in opere culinarie come la pasta fresca.

Sapete quanto sono antiche le tagliatelle? Beh , fanno la loro prima apparizione nel XV sec. al banchetto di nozze di Lucrezia Borgia con il duca di Ferrara. Il cuoco le creò, tale Mastro Zafirano , ispirandosi dalle lunghe chiome bionde di Lucrezia.

La pasta fresca fatta in casa è un impasto semplice composto da farina, uova e un pizzico di sale . Lavorata con passione e precisione con il mattarello, poi ovviamente ci siamo evoluti 🙂 e ora usiamo la macchinetta, però diciamolo la pasta tirata con il mattarello ha il suo perché. Dalla sfoglia tirata sottile si generano diversi  formati , lunghi e corti per minestre in brodo e asciutte. 

Pasta fresca
Serves 4
Write a review
Print
Ingredients
  1. 450 gr. di farina
  2. 3 uova
  3. sale un pizzico
Instructions
  1. Disponete la farina a fontana su un piano di lavoro, rompete le uova nel "cratere" che avete formato con le nocche e sbattete le uova con l'aiuto di una forchetta e aggiungete un pizzico di sale.
  2. Amalgamate un po' per volta la farina alle uova sbattute, procedete in questo modo finché il composto non sarà più liquido. Ora impastate a mano , fino ad ottenere un impasto liscio e sodo. Per valutare la giusta consistenza premete l'impasto con un dito: se quando lo ritirate il dito esce pulito allora sarà pronto ; se risulta troppo umido aggiungete altra farina.
  3. Quando l'impasto sarà ben elastico formate una palla e copritela con un canovaccio umido e lasciatela riposare almeno 30 minuti.
STENDERE L'IMPASTO A MANO
  1. Mettete la palla di pasta su un piano di lavoro pulito e leggermente infarinato appiattitela un po' con le mani . Appoggiate il mattarello al centro della pasta e premetelo in modo lieve, ma deciso, per stendere l'impasto nella direzione opposta a voi, quindi ruotatela di un quarto di giro e ripetete l'operazione. Dovete procedere in questo modo finché non avrete ottenuto una sfoglia liscia e sottilissima.
STENDERE L'IMPASTO CON LA MACCHINETTA
  1. Questo è il metodo più semplice e soprattutto comodo .
  2. Dividete l'impasto in diversi pezzi, io faccio circa 100 gr. , schiacciateli leggermente con le mani. Sistemate i rulli della macchinetta alla massima distanza tra loro, e inserite ogni singola porzione.
  3. Riducete di una tacca la distanza fra i rulli e tirate di nuovo ogni singola porzione. Procedete in questo modo fino ad ottenere delle sfoglie sottilissime, io di solito mi fermo sempre alla penultima tacca se devo fare la sfoglia per tortellini o ravioli , perché troppo sottile tende a rompersi.
Elisa in the kitchen https://elisainthekitchen.com/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *